Moralisti o furbetti?

La canna.
Premetto che io non me ne sono mai fatta una e non riesco a dimenticare quel giorno del lontano 1987 quando in caserma ero l’unico su 15 persone della mia camerata a non partecipare al Canna day organizzato da uno dei miei “colleghi”.
Ero ancora ingenuo e avevo vissuto una vita molto “riparata” rispetto agli altri, ricordo ancora lo stupore con cui alcuni di loro mi guardavano, come fossi un alieno.
Ed io ero stupito a mia volta nei loro confronti perché non avrei mai immaginato di saperli “cannati” come si dimostrarono.
Non credo che dopo oltre 32 anni le cose siano migliorate, anzi…
In questo contesto, nel 2019 quasi 2020 devo ancora assistere a frasi demenziali tipiche di una ben delineata parte politica italiana del tipo “abbiamo evitato lo Stato spacciatore”, oltretutto in riferimento a cose che neanche hanno nulla a che fare con la droga.
Siamo ancora a questo livello, al pensiero popolare completamente deviato e ancorato ad una realtà che non esiste, ad un moralismo e ad una ipocrisia intollerabili.
Ma questi personaggi sono specchio del popolo ignorante e moralista o sono dei furbetti che cavalcano questa onda insopportabile per mantenere i privilegi della malavita, a cui lo Stato non riesce o non vuole sovrapporsi?

Un pensiero su “Moralisti o furbetti?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...